Acquista Iboga – Dosaggio, Effetto & Testimonianze

acquista ibogaIn uno degli articoli probabilmente più estesi di Internet su Ibogain mostriamo prima di tutto, in quale negozio si può comprare Iboga di alta qualità e ordinare online come corteccia radice dopo Italia e in altri paesi (vale a dire qui).

Nota: Questo articolo è una traduzione di persone non madrelingua. Ci scusiamo quindi per eventuali errori linguistici. Il contenuto, tuttavia, è indipendente da questo corretto ed elaborato ricercato. Il testo offre un grande valore aggiunto e dovrebbe rispondere a tutte le domande aperte. Ci stiamo lavorando da molto tempo!

Inoltre, ci dedichiamo in modo particolareggiato all’importante tema del dosaggio, utilizzando numerose fonti scientifiche. Altri aspetti della pianta Tabernanthe Iboga come l’effetto, la durata dell’azione, il consumo, i rapporti sulle esperienze, l’uso per alleviare il ritiro dell’eroina e come cura miracolosa per la tossicodipendenza sono discussi in dettaglio.

Ibogain è considerato un consiglio insider per superare problemi personali come dipendenze di ogni tipo, paure e vincoli, traumi, depressione, disturbi mentali e molto altro ancora. Il tasso di ricorrenza dei pazienti con eroina trattati con la terapia dell’Iboga è fenomenalmente basso del 20% – le terapie farmacologiche convenzionali hanno un tasso dal 90 al 95%!

Purtroppo sono state condotte poche ricerche su questa sostanza ed è per questo che si raccomanda una manipolazione sicura (uso più sicuro). Sebbene sia legalmente disponibile in molti paesi, poche cliniche per le dipendenze offrono la terapia con l’ibogaina per il ritiro e il ripensamento (che costa qualche migliaio di euro invece di acquistarla). Pertanto, la maggior parte delle persone lo acquista e lo consuma da solo e hanno esperienze spettacolari con esso! Per saperne di più, consultare il capitolo corrispondente.

Importante: Se avete avuto domande o anche esperienze con questa medicina sciamanica incredibilmente efficace, fatecelo sapere nell’area commenti qui sotto.

Compra Iboga – Confronto prezzi

L’acquisto di iboga è legale nella maggior parte dei paesi del mondo (vedere la sezione successiva per i dettagli). Uno dei nostri fornitori auto-testati e affidabili di prodotti di radice di Iboga è il negozio online austriaco "Querbeet". E' anche l’unica fonte di questa radice miracolosa in tutta Europa! Qui si può ordinare per molti anni assolutamente discreto, fiducioso e rispettoso anche tutti i tipi di altri farmaci naturali di alta qualità sempre.

L’iboga è disponibile come corteccia di radice di alta qualità con circa il 5-6 % di contenuto di principio attivo. A seconda della quantità ordinata, riceverete un massiccio sconto sul prezzo (seguendo le informazioni sul prezzo per l’acquisto di Ibogain nel prezzo al grammo):

Scocca Iboga Demarcazione Prezzo/g Acquisto
ibogain kaufen kleines vorschaubild - iboga in der schale als Wurzelrinden Pulver 1g Corteccia radice di Iboga Il prodotto a base di ibogaina qui offerto è sempre della stessa elevata qualità e comprende la corteccia radicolare (con un contenuto di principio attivo del 5-6% circa). 11,90 € Acquista qui
ibogain kaufen kleines vorschaubild - iboga in der schale als Wurzelrinden Pulver da 5g Corteccia radice di Iboga Sconto sui volumi del 16 % 10,00 € Acquista qui
ibogain kaufen kleines vorschaubild - iboga in der schale als Wurzelrinden Pulver da 10g Corteccia radice di Iboga 25% volume sconto 9,00 € Acquista qui
ibogain kaufen kleines vorschaubild - iboga in der schale als Wurzelrinden Pulver da 50g Corteccia radice di Iboga Sconto sui volumi del 33 % 8,00 € Acquista qui
Vorschaubild leerkapseln 100 capsule vuote di gelatina Questo è altamente raccomandato! Se non si vuole vomitare la polvere costosa inutilmente di nuovo, si dovrebbe sempre riempire in capsule per il consumo! 4,95 € Acquista qui
Vorschaubild digitalwaage zur dosierung Bilanciamento fine "Boston Digital
(0,1 – 600 g)
Nulla funziona qui senza scale. Essenziale per il giusto dosaggio! 8,50 € Acquista qui

Si prega di notare: Una dipendenza o un trattamento problematico con la radice di iboga sembra essere molto con circa 200-300 euro per una dose corrispondentemente alta, dal momento che in media, a seconda del peso corporeo, 20-50 grammi della corteccia di radice di cui sopra sono necessari al 5% di contenuto di sostanza attiva (vedi il capitolo sul dosaggio qui sotto). Ma quanti soldi vale per lei una vita senza dipendenza o l’alleviamento della sofferenza psicologica? Tre ore di psicoterapia costano la stessa cosa e portano molto meno. Per non parlare dei costi mensili del consumo (comprese le sigarette), che possono poi essere risparmiati.

– – – – – –

Piccolo aggiornamento del dosaggio e della quantità necessaria come da tabella:

Prima di acquistare l’iboga, la gente continua a chiedersi quanto alto sarebbe il dosaggio e quanto avrebbero dovuto ordinare per ottenere il miglior effetto. Chiunque abbia letto l’intero articolo dovrebbe effettivamente saperlo. Per evitare malintesi, tuttavia, si riportano di seguito una tabella dei dosaggi e un piccolo riassunto delle informazioni più importanti. Si riferisce esclusivamente alla corteccia radice del negozio online "Querbeet" qui collegato e si basa su 20 mg di principio attivo ibogaina per chilogrammo di peso corporeo (è anche l’unico prodotto contenente ibogaina nel negozio, il prezzo varia solo a seconda della quantità ordinata)!

Quindi, se si ordina attraverso questo, è necessario acquistare e consumare le seguenti quantità di iboga per ottenere il miglior effetto possibile:

peso  Quantità di corteccia di radice
55 kg 22grammi
60 kg 24grammi
65 kg 26grammi
70 kg 28grammi
75 kg 30grammi
80 kg 32grammi
85 kg 34 grammi
90 kg 36grammi
95 kg 38grammi
100 kg 40grammi
105 kg 42grammi
110 kg 44grammi
115 kg 46grammi
120 kg 48grammi
 e così via  e così via

Base di calcolo: In base al contenuto di principio attivo 5% della corteccia radicolare (1 grammo di corteccia radicolare contiene 50 mg di principio attivo) ad un dosaggio ottimale di 20 mg di ibogaina per chilogrammo di peso corporeo. 20mg/kg dovrebbe essere già per il raggiungimento sicuro dell’effetto di rilascio, quindi questo valore serve come base per il calcolo! Dal momento che l’esperienza può essere fisicamente e mentalmente molto faticoso dopo, si sarebbe infastidito verde e blu, se si era avari con il dosaggio e quindi non ha raggiunto l’effetto sperato. Osservare anche le seguenti informazioni sanitarie per le persone fisicamente malate.

Importante: Utilizzare capsule vuote o "bombe" (ad es. avvolte in carta per sigarette) e racchiudere la polvere di iboga, poiché ha un sapore molto amaro e potrebbe essere vomitata subito dopo l’ingestione. Ciò significherebbe una grande perdita di denaro. Inoltre, il vomito troppo precoce può non avere gli effetti desiderati di alleviare la dipendenza o la sofferenza mentale (ad esempio la depressione), in quanto il corpo ha assorbito troppo poca sostanza attiva in questo modo. Pertanto SEMPRE imballare in capsule (soluzione migliore, disponibile anche ad Amazon o here a Shayana) o almeno carta da sigarette (soluzione difettosa e costosa). Le capsule non sono incluse automaticamente, ma devono essere acquistate separatamente e la polvere deve essere riempita.

Conservazione: Conservare l’Iboga in un luogo fresco e buio, preferibilmente in frigorifero (non in freezer!). Dovrebbe durare lì per anni.

Consumo: La gente continua a chiedersi come funziona tutto, se si deve prendere regolarmente, e così via. Pertanto, dovrebbe essere chiarito ancora una volta che si prende la propria dose (che dipende dal peso corporeo, vedi sopra) in un unico pezzo e non si diffonde su diversi giorni. Uno inghiotte le capsule con l’Iboga e poi ha visioni e intuizioni di autoguarigione. Innumerevoli utenti segnalano questo, quindi è vero. Gli sciamani dell’Africa occidentale hanno usato con successo questo rimedio donato da Dio per migliaia di anni. Quindi: Prendere la dose personalmente calcolata in una volta sola e poi stare a letto per ore e di essere curato. Dopo di che si dovrebbe mantenere 2 o 3 giorni liberi, al fine di elaborare il tutto e per curare l’esaurimento fisico. Questo è tutto. Un nuovo consumo dopo un trattamento di Iboga dovrebbe avvenire al più presto dopo 3 mesi, poiché fino ad allora sono presenti effetti residui e solo allora l’intera gamma di esperienze diventa nuovamente accessibile.

Nausea: Il vomito fa parte della pulizia interna ed è presente nella maggior parte delle persone. Tuttavia, può essere combattuto in qualche modo con l’assunzione di compresse anti-nausea. Il principio attivo di queste compresse è chiamato dimenhydrinate. Possono essere acquistati in farmacia senza ricetta medica  (ad esempio con la denominazione "Vomex A").

– – – – – –

iboga pflanze
Questo è l’aspetto della pianta di iboga

L'acquisto di Tabernanthe Iboga è consigliabile come radice, corteccia di radice, HCL o come estratto totale di alcaloidi. Questi ultimi due prodotti non sono in vendita in Europa o sono esauriti rapidamente e sono comunque estremamente difficili da acquistare. Tuttavia, si potrebbe facilmente produrre un estratto di alcaloide totale Iboga dalla corteccia di radice di cui sopra con un po' di aceto invece di doverlo comprare (vedere le istruzioni qui sotto). Come europeo non c’è altro da fare se non comprare la corteccia di Querbeet, che è l’unica fonte del nostro continente!

Inoltre, soprattutto comprare l'estratto di iboga sarà un affare piuttosto costoso. La corteccia radice costa già molto, ma l’estratto a volte non può essere ordinato per meno di 100 euro al grammo (70-100 euro sarebbe normale). Lo stesso vale per l’HCL, l’ibogaina cloridrato, cioè l’ibogaina pura. Se si ottiene a tutti, si paga 210 Euro e più per un singolo grammo! Questi prezzi si riferiscono ad un corrispondente negozio dalla Gran Bretagna, che però non vende più per lungo tempo e lascia anche e-mail ecc senza risposta. Qui di seguito troverete anche le istruzioni su come produrre facilmente il proprio estratto alcaloide totale.

Se si desidera acquistare Ibogain dal negozio Querbeet in Austria, non si può sbagliare. Abbiamo sempre a che fare con prodotti di alta qualità e di qualità eccellente. Noi stessi non raccomandiamo questo Iboga Shop se non lo abbiamo testato più volte con successo. Se l’estratto Iboga è esaurito o non disponibile al momento, è possibile passare anche agli altri prodotti (Aggiornamento: nel frattempo in Europa c’è solo la corteccia di radice normale). L’effetto è lo stesso, è sufficiente un dosaggio più elevato. Tuttavia, commenteremo dettagliatamente questo aspetto nella sezione inferiore dell’articolo. Inoltre, l’estratto alcaloide totale è molto facile da produrre da soli. Basta un po' di aceto bianco (vedi istruzioni qui sotto).

Invece di comprare l’iboga, si potrebbe anche andare in una clinica specializzata nel ritiro di oppiacei come l’eroina o il metadone. Tuttavia, ciò costa molte volte di più e può essere effettuato solo in alcune località in Europa (ad esempio nei Paesi Bassi o a Belgrado, si veda il capitolo seguente per ulteriori informazioni).

English: Buy Iboga
Deutsch: Iboga
Italiano: Acquista Iboga 
Español: Comprar Iboga
Polski: Kup Iboga
Français: Acheter Iboga
Nederlands: Iboga kopen 

L’acquisto di Ibogain è legale?

acquista ibogaSe comprare o meno Ibogain è legale dipende in gran parte dall’uso previsto e, naturalmente, dal luogo nazionale in cui si desidera introdurlo. In Europa, per esempio, che miracolo – Ibogain è soggetto alla legge sugli stupefacenti solo in alcuni paesi ed è quindi legale quasi ovunque. Tuttavia, esso rientrerebbe nelle disposizioni della legge sui medicinali non appena l’Ibogain fosse acquistato per essere utilizzato su "animali o esseri umani".

Per questo motivo i cittadini europei ordinano la radice di Iboga solo come corteccia o estratto a fini di ricerca etnobotanica. Quindi sono assolutamente all’interno del quadro giuridico, così come lo sono con l’ayahuasca, il DMT o la mescalina.

In quali paesi si può ancora acquistare legalmente Iboga? Secondo la legislazione vigente (2018), ad esempio, è legalmente disponibile nei seguenti paesi:

  • Spagna
  • Italia
  • Germania
  • Austria
  • Canada
  • Messico
  • Gran Bretagna
  • Brasile
  • Nuova Zelanda (l’unico paese al mondo ad aver regolamentato l’Ibogain dal punto di vista medico, dove è prescritto)
  • E molto altro ancora

In alcuni Stati, tuttavia, sono vietati anche i principi attivi della pianta Tabernanthe Iboga. Pertanto, non è legalmente possibile ordinare Ibogain nei seguenti paesi:

  • Francia (anche se la dogana non lo trova comunque, perché nessun cane è addestrato per questo – quindi non ti preoccupare)
  • Svizzera
  • USA
  • Belgio
  • Poli
  • Svezia
  • Norvegia

Effetto Iboga

L'effetto Ibogain non può essere descritto in dettaglio, ma può solo essere sperimentato, perché è sempre molto personale. Piccole quantità di stimolare (fino a 5mg/kg), dosi più elevate sono psichedelico-allucinogeno.

Come si può leggere in dettaglio di seguito, la radice dell’Iboga offre approfondimenti e approfondimenti sulle vere cause insite nei problemi di base delle persone. Questo non solo ha liberato molti tossicodipendenti dalla loro dipendenza, ma anche i pazienti traumatizzati e le persone affette da malattie mentali hanno riferito di cure spontanee. Previene o riduce al minimo i sintomi di astinenza durante l’astinenza da eroina. Tutto questo è ampiamente documentato qui di seguito, con fonti e relazioni di esperienza. Una tale profonda esperienza riesce, tuttavia, solo se si dosi di conseguenza elevata (almeno 15 mg, meglio 20 mg per kg di peso corporeo – vedi sotto).

In generale, l’effetto dell’Ibogaina può essere descritto come segue:

  • Effetto stimolante centrale
  • Visioni ad occhi chiusi (eventi importanti della vita fin dall’infanzia più profonda o dopo alcune relazioni probabilmente anche da vite passate sono giocate con riferimento al problema attuale come in un film) IMPORTANTE: solo ad occhi chiusi si ottengono le visioni desiderate! Quando vengono aperti, vengono interrotti, permettendo ad alcuni utenti di saltare a situazioni spiacevoli.
  • Approfondimenti e approfondimenti sulle cause e le connessioni dei propri problemi -> Epifania (= conoscenza improvvisa di una grande verità) e la guarigione mentale attraverso di essa!
  • Sentimento religioso, spirituale, mistico
  • Provoca benessere e calore interiore soprattutto durante la sospensione degli oppioidi (probabilmente a causa degli elevati livelli di serotonina e dopamina; spesso solo dopo l’esperienza, ma per settimane!
  • faticoso per il corpo e la mente (a seconda della dose, la limpidezza fisica può durare più di 24 ore -> quindi prendete i prossimi 2 giorni di riposo!
  • allucinazioni (da meno a quasi con gli occhi aperti, ma anche altri sensi, soprattutto per quanto riguarda l’udito)
  • sogni ad occhi aperti
  • Intuire il subconscio
  • Guarigione delle ferite interne
  • Rafforzare la fiducia in se stessi
  • Riduzione alla sospensione dei sintomi di astinenza da oppiacei
  • Riduzione del desiderio (bisogno di droghe) fino al superamento della dipendenza
  • Affrontare esperienze e disturbi traumatici
  • Guarigione di psicosi e disturbi mentali possibili
  • Invigorire l’immaginazione
  • Rendere accessibili i ricordi della prima infanzia
  • Effetto antidepressivo (spesso dura mesi)
  • Piccole dosi: umore-lifting, stimolante, sessualmente stimolante

Tuttavia, gli effetti collaterali sono anche possibili (di solito con un uso improprio come overdose o consumo misto o l’uso nonostante le malattie organiche precedenti). Questi possibili effetti negativi sarebbero:

  • vertigini e nausea
  • Vomito (si verifica al massimo al 30% e dura solo poco tempo, ma può portare ad una mancanza dell’effetto cognitivo desiderato, in quanto il corpo assorbe troppo poco della sostanza attiva)
  • Attività fisica temporaneamente limitata durante la fase di forte azione (quindi meglio sdraiarsi)
  • Riduce la pressione sanguigna e l’attività digestiva
  • Riduce l’appetito (altre fonti mostrano un aumento dell’appetito e un aumento della digestione)
  • Discrepanza fisica e mentale nelle ore successive
  • Può causare reazioni allergiche (quindi testare con piccole quantità prima del consumo, se si reagisce allergicamente all’Ibogaina).
  • A volte l’ansia (si sono confrontati con il più intimo dei vostri problemi, che non è sempre piacevole)
  • Insonnia dopo un viaggio di successo che dura pochi giorni per alcuni (come pensano molto a quello che hanno vissuto), almeno nello stesso giorno il sonno è impossibile per la maggior parte.
  • a volte enorme ristagno fisico, che può durare anche qualche giorno (ti senti debole ed esausto -> quindi mantieni almeno 2 giorni libero dopo il consumo, per i lavoratori il venerdì è adatto come giorno di consumo subito dopo il lavoro senza aver mangiato nulla al giorno)
  • Crampi e paralisi
  • aritmia cardiaca
  • Morte per arresto respiratorio (sovradosaggio, vedere dose inferiore a 50 LD – estremamente rara, 20 decessi documentati)
  • Non consumare MAI insieme con oppiacei / oppiacei! Nemmeno i giorni dopo aver bevuto l’iboga, vedi sotto.

durata dell’azione

La durata dell’iboga dipende dalla dose e, naturalmente, dall’impostazione (lo stato emotivo interno e le condizioni esterne). L’effetto inebriante diretto è indicato nelle sorgenti da 6 a 8 o 12 ore.

Gli effetti e l’elaborazione dell’esperienza possono ancora verificarsi da 20 a 36 ore dopo l’ingestione, in rari casi (5%) anche più a lungo. Se l’Ibogaina HCL viene consumata, la durata dell’azione dovrebbe essere di 4-8 ore, leggermente inferiore a quella della corteccia radicolare. Tuttavia, l’HCL puro non ha la "componente onesta", contrariamente al farmaco naturale e a tutti i suoi alcaloidi.

L’inizio dell’azione avviene tra i 20 e i 45 minuti dopo l’ingestione. Questo è spesso indicato dal ronzio nell’orecchio. Poi seguire le visioni in crescita e le immagini personali nello spirito. Dopo 3-5 ore i sogni di veglia dovrebbero poi perdere intensità e il processo di auto-riflesso e di elaborazione inizia.

Tuttavia, la maggior parte dei consumatori di iboga non è ancora in grado di condurre una vita regolare il giorno dopo averla assunta. Pertanto si dovrebbe mantenere almeno un giorno dopo il consumo di iboga gratis!

Controindicazioni: Quando non si deve consumare Ioga e a cosa devo prestare attenzione?

Anche se "solo" 20 morti sono state riportate in letteratura e sembrano essere minori di fronte a migliaia e migliaia di guaritori, questo rischio esiste ancora. Qui di seguito analizzeremo più in dettaglio le cause principali di tale situazione.

La maggior parte dei decessi associati al consumo di iboga o ibogaina sono legati a gravi malattie fisiche, in particolare del cuore. In secondo luogo, i consumatori di iboga sono morti a causa di un sovradosaggio di oppioidi. Come lo spieghi? Ora, coloro che hanno già consumato l’iboga una volta e allo stesso tempo erano consumatori di oppiacei o oppiacei avranno notato che questo farmaco meraviglia naturale scompare immediatamente tutti i sintomi di astinenza oppiacei tipici solo un’ora dopo il consumo. Questo effetto dura da pochi giorni a settimane! Anche se vomitate presto (come ho sperimentato personalmente) e quindi manca l’effetto cognitivo visionario, i recettori degli oppiacei sono ancora così fortemente occupati che non avete sintomi di astinenza nei prossimi giorni e inoltre gli oppiacei di qualsiasi tipo non hanno alcun effetto o lo hanno solo in minima parte anche a dosi più elevate!

Quest’ultimo fatto è estremamente importante da sapere, dato che probabilmente non pochi decessi sono dovuti a esperienze Iboga fallite: I tossicodipendenti oppiacei non hanno avuto la svolta sperata nella conoscenza, ma piuttosto gli effetti collaterali fisici come l’ottusità e la mancanza di energia. Successivamente consumarono oppioidi (eroina, metadone, oppio, ossicodone, codeina, ecc.) e si chiesero perché non funzionassero. Di conseguenza, possono aver erroneamente pensato che la loro droga (in particolare l’eroina) non contiene abbastanza sostanza attiva. Di conseguenza, consumano di nuovo e ancora si chiedevano perché non sentivano alcun effetto. Come si può facilmente intuire, si corre il rischio di sovradosaggio inconsapevole da soli, tanto più che l’effetto fisico oppiaceo è aumentato! L’ho sperimentato io stesso con il kratom (un oppioide vegetale): Anche 2-3 giorni dopo il consumo di iboga, il kratom non ha alcun effetto apprezzabile!

Inoltre, tutti i farmaci psicotropi come gli antidepressivi, SSRI e farmaci simili devono essere assunti a tutti i costi, in modo che l’ultima assunzione è stata una buona 2 settimane fa. In caso contrario possono verificarsi complicazioni. Inoltre, Iboga ti offre l’opportunità unica di vivere in futuro senza tali farmaci! Tuttavia, in caso di problemi cardiaci o epatici (come epatite o fegato grasso, ecc.) e di altre gravi menomazioni di natura fisica o mentale (come schizofrenia), è necessario contattare prima una clinica Iboga (vedere sotto) per ottenere un consiglio via e-mail o telefono. È possibile passare voi stessi fuori come un paziente interessato presto.

Contenuto di ibogaina di radice, corteccia di radice, estratto alcaloide totale, HCL e foglie

tabernanthe iboga pflanze wurzel samen blätterPer determinare la dose ottimale, è NECESSARIO ottenere informazioni precise sul prodotto ordinato ed esserne consapevoli. Controllare con il negozio, se necessario. Se si desidera acquistare Ibogain e ordinare online, di solito vengono offerte le seguenti opzioni (indicazione del contenuto di principio attivo in base ai valori medi):

  • Radice: di solito contiene 1,1-1,33%, a volte fino al 2,6% (altri nomi: radice, radice di iboga, tabernanthe radix, bocca root, tabernanthe root)
  • Corteccia di radici: contiene dal 5 al 6 % (altri nomi: corteccia di radici, corteccia di radici di Tabernanthe, corteccia di radici di Tabernanthe radicis).
  • Estratto alcaloide totale: contiene tutti gli alcaloidi della pianta al 50-60 % di contenuto di sostanza attiva (chiamato anche "estratto TA").
  • HCL: cloridrato puro, contiene idealmente il 99,9% di ibogaina come principio attivo puro senza ulteriori alcaloidi.
  • Foglie: forma di consumo molto rara, difficile da comprare – contengono lo 0,35% (altri nomi: Tabernanthe folium, Tabernantheblatt)

Fonte: Risultati della ricerca di Delorme-Houde come analisi di vari campioni per determinare il contenuto medio totale di alcaloidi. Altri valori medi di altre parti della pianta che ha trovato sono i seguenti (anche se sono difficilmente disponibili):

  • Corteccia diramazione: 1,96
  • Filiali: 0,26
  • Frutta: 0,33 a 0,45
  • Semi: 1,08 %.

Iboga Dosaggio

Il dosaggio di ibogaina per l’effetto ottimale è di circa 20 mg per chilogrammo di peso corporeo ed è molto centrale per l’effetto ed è quindi ancora più importante che con molti altri farmaci, in quanto determina l’effetto desiderato di conoscenza di sé così come un sovradosaggio tossico. Sebbene siano noti pochissimi casi di morte per ibogaina (secondo le fonti le cifre variano tra 2 e 20 decessi riportati), la massima cautela vale (vedi sopra sulle controindicazioni).

Vogliamo pertanto dedicarci molto intensamente al dosaggio dell’Iboga e consultare numerose fonti tratte da studi scientifici e da relazioni sulle esperienze dei consumatori. È esattamente espresso in milligrammi di ibogaina per chilogrammo di peso corporeo:

  • Nessun effetto a meno di 1mg/kg
  • A 3-5mg/kg compaiono i primi segni di azione, che sono piuttosto stimolanti in natura
  • A oltre 5mg/kg l’effetto psichedelico, allucinogeno inizia
  • Da 15-20mg/kg in su, si hanno intuizioni che cambiano la vita ed effetti curativi come la libertà dalla dipendenza, ecc.

(primi 3 dati da Erowid, dove 5mg/kg difficilmente innescherà l’esperienza desiderata profondo)

Il Dr. Christian Rätsch afferma che nel suo classico dosaggio di ibogaina in mg/kg si riferisce al branding iron (1994, p. 892) come segue:

  • 2-10mg/kg causare stimolazione del sistema nervoso centrale
  • A 40mg/kg i recettori della serotonina sono occupati e un effetto simile all’effetto LSD si verificherebbe

Un saggio tecnico in lingua inglese fornisce anche 2 dati concreti sulla dose orale di ibogaina in mg per kg di peso corporeo:

  • Uno studio olandese aveva fatto buone esperienze con i consumatori di eroina con la dose di 20-25 mg / kg
  • Oggi 10-20 mg / kg sono standard nelle terapie farmacologiche con Ibogain

La nostra ricerca ha dimostrato che i consumatori generalmente consumano tra 15 e 25 mg / kg come "dose di piena" per l’effetto ottimale di iboga.

Tuttavia: il dosaggio terapeutico non è riportato dalle cliniche, quindi può essere molto più alto che per i nativi dell’Africa centro-occidentale (vedi sotto) ed è tipicamente indicato come "40mg/kg" in un altro dossier come per il Rätsch. Utilizzando le percentuali approssimativamente note di ibogaina nella radice, corteccia radicolare, alcaloide totale o HCL, è possibile calcolare la dose personale (vedere l’esempio di calcolo riportato di seguito).

Dr. Rätsch scrive anche sulla dose generale di polvere di radice in grammi:

  • Un cucchiaino di radice in polvere (circa 1-2 g) ha effetti euforici e stimolanti (che ricordano l’effetto anfetamina).
  • Da 6 a 10 grammi di polvere di radice creano esperienze visionarie e allucinazioni psichedeliche.
  • I nativi Bwiti usano nel loro rito di iniziazione tra 50 e 100, a volte anche fino a 200 grammi di polvere di radice di Iboga (così è venuto di tanto in tanto già a morti)

Purtroppo il Rätsch scrive qui solo di "polvere di radice" e non è chiaro se si tratti esclusivamente della corteccia di radice, della radice o di entrambe. Dopo tutto, il contenuto di sostanza attiva differirebbe di un fattore 5!

I dati sulla dose letale media (LD 50) dell’ibogaina, espressa in milligrammi per chilogrammo di peso corporeo, provengono unicamente da ricerche sugli animali. È stato somministrato per via orale (p.o.), endovenosa (iniettato nella vena, i.v.), sottocutanea (sotto la mano, s.c.), intraperitoneale (nella cavità addominale, i.p.) o intragastrale (nello stomaco, ad esempio). Naturalmente, le intuizioni ottenute da questo non possono essere trasferite 1 a 1 per gli esseri umani, ma offrono segni di orientamento approssimativi.

I seguenti valori di LD 50 dell’ibogaina pura sono stati trovati in esperimenti sugli animali:

Nel suddetto fascicolo collegato si afferma inoltre che per quattro giorni gli animali sottoposti al test nel mar verde occidentale cat. 5-25 mg/kg di peso corporeo. (oralmente) e non ha rilevato effetti tossici.

Due decessi sono stati trovati nelle fonti, in cui erano presenti circostanze più dettagliate come dosaggio, età, sesso e forma di iboga (estratto, corteccia, ecc.):

  • 1993 Una donna di 24 anni muore in Olanda 19 ore dopo aver assunto 29mg/kg
  • Nel 2000, un paziente con 40 anni di eroina muore dopo aver assunto 5 grammi di un "Estratto totale di alcaloidi". Questo avrebbe contenuto 5 volte più della corteccia radice. Un estratto di alcaloide totale Iboga di solito contiene almeno il 50% di Ibogaina pura. In questo caso, ciò corrisponderebbe ad un totale di 2500mg. Con un peso presunto di 70 chilogrammi, ciò corrisponderebbe a circa 35 mg/kg di
    prodotto: Ibogaina. Atti della Prima Conferenza Internazionale, Alper et al.

Alcuni autori scrivono che tali decessi sono spesso legati a problemi cardiaci esistenti o all’uso segreto di oppiacei durante il viaggio nell’iboga (perché l’ibogaina aumenta l’effetto degli oppiacei). Nei due casi specifici non è stato possibile trovare alcun dettaglio. Si dice che ci siano 20 decessi documentati in totale. Anche se ogni singola persona è tragica, la radice ha certamente già salvato o reso nuovamente degna di essere vissuta migliaia di vite. Ognuno deve valutare per se stesso e decidere se vuole andare in questo modo.

Esempio di calcolo per il corretto dosaggio di Iboga

Di seguito è riportato un esempio di calcolo per il dosaggio delle diverse forme di iboga. Il nostro case study ipotizza una persona X di 75 kg che mira ad una dose di 15mg/kg* (per un totale di 1125 mg del principio attivo ibogaina). I valori medi sopra indicati costituiscono la base di calcolo. La conversione al proprio peso è molto semplice e può essere fatta senza alcuno sforzo.

  • Radice: se calcoliamo con un contenuto di ibogaina dell’1,2%, X dovrebbe consumare 93 grammi di radice di iboga!
  • Corteccia di radice: se assumiamo un contenuto di principio attivo del 5% (lo standard), questa sarebbe una dose di 22,5 grammi di corteccia di radice di Iboga per X. Qui nel negozio austriaco si dovrebbe ordinare questa quantità di iboga! E 'l’unica fonte europea per questo comunque (ma attenzione, riempirlo in capsule vuote prima del consumo, altrimenti sarà troppo disgustoso!
  • Estratto alcaloide totale: con un contenuto di principio attivo del 50% (standard), la dose per X è di 2,25 grammi di estratto di TA.
  • HCL: A purezza completa (quasi il 100%), ciò corrisponderebbe logicamente a 1,125 grammi di HCL.
  • si prega di notare: i 15mg/kg qui menzionati corrispondono ad una dose piuttosto bassa per un effetto ottimale. Per motivi di sicurezza, è meglio calcolare con 20mg/kg!
  • Vedere anche la tabella sopra nella sezione "Acquisto di Iboga

Rapporti sul campo sul dosaggio

In internet abbiamo trovato alcuni rapporti di esperienza in cui gli utenti parlano del loro dosaggio di Ibogain.

Usato per il ritiro di eroina, qualcuno scrive:

"in totale ho assunto 1,4 g di Ibogain HCL, che corrisponde a circa 17,5 mg/kg di peso corporeo.

Circa la dose e l’esperienza con la corteccia di radice:

"70-75kg [peso corporeo] e il mio primo viaggio con corteccia di radice che ho fatto con 25g, che è stata poi anche una [forte] esperienza sciamanica".

Attraverso il "Fullflood" (più forte possibile) Ibogain dosaggio:

"Una dose di piena inizia (nel mio caso) a 15mg/kg di peso corporeo".

Dosaggio molto elevato della corteccia radice (estratto dal rapporto in 3 parti sull’esperienza, vedi sotto):

"soprattutto perché l’Headshop ha raccomandato un dosaggio di 5-15g nel foglietto illustrativo e avevo raggiunto un 30-35g stimato complessivo".

Relazione sulla dose di un estratto di AT (Estratto alcaloide totale):

"Come dose avevo (m) su circa 60kg di peso corporeo 2g di estratto totale dalla corteccia di radice di Iboga con un contenuto di circa il 60% di Ibogaina. Ciò corrisponde a 20mg/kg, cioè a dosi piuttosto elevate".

Consumo e somministrazione orale

L’ibogaina viene sempre consumata e assunta per via orale, sia come radice, corteccia radicolare, estratto o HCL, e nella migliore delle ipotesi viene schiacciata il più possibile. Si beve come tè, si mescola con acqua o si mangia. È importante inghiottire tutto il materiale vegetale! Alcuni dicono anche che la dose totale dovrebbe essere presa in 2 o 3 passi ogni 30-60 minuti e non immediatamente in una volta. Ma si può anche inghiottire tutto in una volta. In questo caso i pareri divergono, entrambi hanno un effetto.

Poiché l’iboga ha un sapore piuttosto amaro e disgustoso, è consigliabile mescolarlo con poca acqua e poi inghiottirlo rapidamente con una chiusura nasale. Quindi risciacquare con un po' di succo. Alcuni lo consumano anche come una "bomba", come viene chiamata dall'MDMA. Per fare questo, avvolgere la polvere schiacciata in un pezzo di tessuto o di carta da sigarette e poi inghiottirla con acqua. Questo evita il gusto sgradevole.

Suggerimento: Si consiglia di assumere capsule di gelatina vuote come questa. Non c’è gusto disgustoso e quindi quasi nessun pericolo di vomito di nuovo tutto.

Ulteriori consigli per il consumo e la manipolazione sicura:

  • DEVE avere lo stomaco vuoto. È meglio non mangiare tutto il giorno.
  • Si consiglia di sdraiarsi a letto e chiudere gli occhi. Una maschera addormentata e un ambiente buio. Solo a occhi chiusi appaiono le visioni desiderate.
  • La terapia Iboga in Messico comporta anche il digiuno in anticipo. Questo è noto anche da ayahuasca e serve da un lato come preparazione per l’inibitore del mao e l’evitare di corrispondenti alimenti correlati (e farmaci!) e come preparazione mentale. Digiuno significa anche fermare tutte le droghe legali durante questo periodo (tra cui caffè, nicotina, cioccolato, ecc.).
  • Testare prima una piccola quantità di prodotto per verificare la tolleranza e la reazione allergica. Solo dopo 1 o 2 ore prendere la quantità principale.
  • Si raccomanda di non prendere tutto in una volta sola. Ma per esempio all’inizio solo il primo semestre e dopo circa 30-60 minuti il secondo semestre. Alcuni consigliano anche di consumare la dose totale in 3 passi.
  • Non consumare mai da soli. Se si acquista Ibogain, si dovrebbe anche pensare a un sitter viaggio. Questa persona di fiducia può intervenire in caso di complicazioni, se necessario (soprattutto se viene utilizzata per il prelievo di eroina!).
  • Non mescolare mai. Questo non solo distorce l’effetto desiderato, ma può anche essere fatale e imprevedibile. Ad esempio, l’alcaloide della corteccia della radice dell’iboga riduce la tolleranza agli oppiacei anche giorni dopo l’ingestione. Questo può portare a overdose fatali se gli oppiacei sono consumati nel dosaggio abituale. Prestare quindi molta attenzione al tempo di dimezzamento come possibile consumatore di oppiacei e non avere più nulla di più nel vostro corpo!
  • NON assumere ALCUN tipo di oppiacei per almeno 48 ore dopo la seduta di iba, in quanto non possono comunque avere alcun effetto e rischiano quindi un sovradosaggio mortale!
  • L’ibogaina è un inibitore di Mao. Pertanto, non assumere cibo e farmaci appropriati allo stesso tempo.
  • Le donne incinte e le persone con disabilità fisiche (specialmente le persone con problemi cardiaci) dovrebbero astenersi dal bere l’Iboga.
  • in caso di incertezze: Contatta varie cliniche di Iboga via e-mail (vedi link sotto) e chiedi se sei in buone mani con le tue sensibilità. Se chiedete al vostro medico di famiglia, naturalmente vi sconsiglierà di farlo per mancanza di conoscenze.

Ingredienti e farmacologia

acquista ibogaLe parti lavorate dalla pianta dell’iboga (principalmente corteccia di radici e radici) contengono vari alcaloidi. Il più importante di questi è, naturalmente, l’Ibogain. Secondo il Dr. Rätsch, gli alcaloidi di questa pianta possono essere suddivisi in 3 gruppi:

  1. Tipo di Ibogaina (Ibogain, Ibogalin, Tabernanthin, Ibolutein, Gabonin, Ibogamin e altri)
  2. Voacangintyp (Voacangin, Voacryptin, Catharanthin e andere)
  3. Tipo di Voaphylline (Voaphyls)

È interessante notare che l’Ibogaina alcaloide ha una particolarità rispetto ad altre sostanze allucinogene come mescalina, psilocibina, psilocina, LSD, 1P-LSD, ETH-LAD, AL-LAD, 2C-C, 2C-D, 2C-E e altre. Questa eccezione consiste in una speciale struttura ad anello molecolare (iirc), probabilmente responsabile dell’unicità dell’effetto. Informazioni esatte su questo è apparso durante la ricerca in un articolo tecnico inglese su Google Books, ma non poteva essere trovato di nuovo nel follow-up, tuttavia, non più come riferimento fonte. Se un lettore sa di più su questo, fatecelo sapere come commento.

Nel corpo umano, l’ibogaina viene metabolizzata dal citocromo P450 2D6 in noribogaina (12-idrossiibogamina). La noribogaina è un inibitore molto potente della ricaptazione della serotonina. Agisce come un agonista moderato del recettore dell’oppioide e come un agonista debole del recettore dell’oppioide del µ.

Storia e cultura del Tabernanthe iboga

L’arbusto chiamato Tabernanthe iboga, alto da 1 a 2 metri, cresce soprattutto in Gabon e Congo. Lì, la concentrazione particolarmente alta di ibogaina alcaloide indolo nella radice del culto indigeno Bwiti delle tribù Fang e Mitsogo è stato usato come farmaco curativo e rito di iniziazione per migliaia di anni. I giovani mangiano quantità estremamente elevate della radice dell’arbusto di Tabernanthe iboga e quindi passano alla condizione di guerrieri e cacciatori.

Foto witikult

Il culto bwitiano è una religione sincretistica composta da elementi del cristianesimo proselitizzato e dell’antica cultura tribale africana. La pianta dell’Iboga è considerata il vero albero della conoscenza, che proviene direttamente dal giardino dell’Eden. Attraverso di lui l’uomo può riconoscere il mondo e Dio nella loro vera natura.

Questo farmaco sacrale è stato scoperto dagli inglesi nel 1819. Il suo principale principio attivo ibogaina è stato estratto per la prima volta nel 1901 da Dybowski e Landrin così come Haller e Heckel dalla corteccia radicolare (contiene la più alta concentrazione). Fino al 1967, era liberamente disponibile sul mercato francese come farmaco a basso dosaggio chiamato "Lambarene" e "Iperton". Da quest’anno l’Iboga è vietata negli Stati Uniti.

L’innovativo effetto antiaddiction è stato scoperto più per caso dal 19enne eroinomane Howard Lotsof nel 1962, quando ha consumato la radice di Tabernanthe iboga per rilassarsi. Il giorno dopo scoprì di non avere alcun desiderio di eroina o di altre droghe. Da allora, la terapia Iboga per la tossicodipendenza si è diffusa in tutto il mondo e Lotsof si è sempre impegnata a far conoscere questa funzione. Ha anche ricevuto diversi brevetti per l’uso medico dell’ibogaina. Tuttavia, relativamente poche cliniche utilizzano questa sostanza.

Nel corso della domanda crescente, il prezzo della radice di iboga è aumentato di circa dieci volte negli ultimi 15 anni ed era in procinto di estinguersi! Questo non solo rende difficile per il già poco a fare tossicodipendente di fare un acquisto. Anche per i tribù stessi, la loro medicina tradizionale sta diventando inestimabile. Pertanto, la coltivazione di piante di Tabernanthe iboga è in fase di intensificazione. Dopo tutto, ci vogliono 7 anni per raccogliere la radice dell’arbusto. I nativi quindi usano solo una parte della radice, in modo che la pianta possa vivere e germogliare di nuovo. Durante la ricerca, tuttavia, si è potuto leggere che era stata scoperta un’altra pianta che produce anche l’ibogaina, in quantità minori ma molto più facile e veloce da coltivare. Purtroppo non è più possibile trovare il nome di questa pianta naturale. Chi sa di più su questo, è cordialmente invitato ad annunciare questo nei commenti!

Ecco una buona documentazione video su Iboga:

Estrarre Iboga TA (istruzioni)

Un estratto di Iboga TA (Total Alkaloid – contiene tutti i principi attivi della radice) è raccomandato, in quanto è molto raramente disponibile. E in secondo luogo, è sufficiente prendere 3 grammi di estratto di TA, invece di, ad esempio, 30 grammi di corteccia radice. In terzo luogo, l’intero processo è molto semplice e non richiede attrezzature di laboratorio o conoscenze chimiche. La maggior parte delle persone ha gli ingredienti a casa o nel supermercato più vicino.

Di seguito è riportata una guida all’estratto di iboga:

  1. Il materiale di partenza dovrebbe essere la corteccia radicolare dell’Iboga (corteccia radicolare). Se non è già stato acquistato, il prodotto viene trasformato nella polvere più fine possibile. Ad esempio, un macinacaffè è adatto a questo scopo.
  2. Versare la polvere in un bicchiere alto e versarvi tanto aceto bianco distillato (ad esempio aceto di alcool distillato, 5-8%) fino a coprire la polvere con aceto di qualche centimetro di altezza.
  3. Il tutto è ben agitato (naturalmente coperto da qualcosa) e lasciato al buio per 5 giorni. Agitare più volte al giorno. La miscela diventerà sempre più scura man mano che gli alcaloidi dell’Iboga si dissolveranno.
  4. Versare questa soluzione attraverso un panno di cotone o un filtro per il caffè e conservare il liquido in un contenitore richiudibile. Suggerimento: Imbuti e bottiglie chiudibili sono buoni per questo.
  5. Per estrarre i restanti alcaloidi, mettiamo la polvere di corteccia radice dal filtro di nuovo nel bicchiere e riempirlo con un sacco di aceto. Agitare e lasciare al buio come al solito e agitare più volte al giorno.
  6. Questa volta filtrare dopo 2 giorni e poi mettere la corteccia di nuovo nel bicchiere e riempire con aceto. Dopo altri 2 giorni filtriamo gli alcaloidi per la 3° e ultima volta. La corteccia radicolare, che è stata liberata da quasi tutte le sostanze attive, può ora essere smaltita.
  7. Ora basta togliere l’aceto dalla soluzione accumulata. Versateli in una teglia di vetro (anche altri materiali dovrebbero funzionare) e metteteli in forno a 90 gradi Celsius (non più, altrimenti gli alcaloidi potrebbero decomporsi). La porta del forno deve essere lasciata aperta per l’estrazione dei vapori (ad es. anche finestre aperte in cucina!). Controllare regolarmente se tutto funziona correttamente e in che misura l’aceto è già stato diluito.
  8. Quando tutto è asciutto, toglierlo per raffreddare. Quando si è raffreddato, raschiare l’estratto di TA Iboga con un coltello. Per la conservazione si consiglia di avvolgerlo in un foglio di alluminio e poi di riporlo in freezer.

Nota: anche se la fonte menzionata di seguito non indica la purezza, l’estratto di TA contiene di solito dal 50 al 60% di ibogaina. Anche in questo caso, il dosaggio deve essere progettato di conseguenza.

Istruzioni rapide per le persone senza tempo (ma naturalmente con risultati peggiori e minore purezza):

  1. Trasformazione della corteccia di radice in polvere
  2. Mettere la polvere in una casseruola e aggiungere l’aceto in modo che sia completamente coperto e preferibilmente 1 cm in più.
  3. cuocere a fuoco lento per 60-90 minuti
  4. Filtrare, conservare il liquido e riportare la polvere a ebollizione con aceto nuovo.
  5. Ripetere 3 volte
  6. Lasciar evaporare nuovamente l’intera soluzione nella stufa fino a quando l’estratto secco rimane.

Fonte di questa guida all’Estratto totale di alcaloidi Iboga:
http://highexistence.com/g

Iboga per il ritiro dell’eroina e contro la tossicodipendenza

L’ibogaina è usato come un agente fortemente alleviante per la soppressione completa per il ritiro di oppioidi di eroina, morfina o metadone (tra gli altri), così come una "droga cognitiva contro la tossicodipendenza". Quest’ultima può sembrare piuttosto strana all’ingenuo, socializzato nel dottore sociale di un concetto bigotto di droga. Combattere la tossicodipendenza con una droga? Assurdo, si potrebbe pensare come un laico. Infatti, la radice della pianta Tabernanthe Iboga ha aiutato innumerevoli tossicodipendenti a superare la loro dipendenza. Come mostrano i rapporti di esperienza che seguono, fornisce ai tossicodipendenti approfondimenti sulle cause della loro dipendenza. Queste possono essere paure profondamente nascoste o esperienze della prima infanzia.

iboga zeremonie durch bwiti stammeskultur
Membri della cultura Bwiti. L’Iboga è usato da questa cultura tribale per migliaia di anni.

Tuttavia, altre dipendenze come la dipendenza da nicotina, dipendenza dal gioco d’azzardo o obesità e disturbi mentali come depressione, ansia e disturbi ossessivo-compulsivi, nonché il superamento dei traumi può anche essere reso possibile con l’Iboga. Questo è dimostrato da molte esperienze provenienti da tutto il mondo. Naturalmente, il prerequisito è la volontà di fermarsi davvero. Inoltre, le misure psicoterapeutiche di accompagnamento e i gruppi di auto-aiuto si sono dimostrati molto utili. Il tasso di recidiva dei tossicodipendenti da eroina trattati con l’igogena è incredibilmente basso (20-25%) (fonti 1 e 2), mentre le terapie farmacologiche normali hanno tassi di recidiva compresi tra il 90 e il 95%.

Ora potresti chiederti perché è ancora così sconosciuto e non potresti comprare Ibogain da nessuna parte o almeno riceverlo su prescrizione. Un possibile treno di pensiero in breve: Le aziende farmaceutiche guadagnano molto vendendo farmaci sostitutivi per le dipendenze (metadone negli oppiacei, ecc.) o per le malattie mentali. Se ora si sostituisce un prodotto naturale non brevettabile con un’unica applicazione, si ridurranno in modo massiccio i profitti dell’industria farmaceutica. Per motivi di autoprotezione, non avrebbero alcun interesse e certamente non finanzierebbero alcuno studio scientifico.

Un secondo pensiero: cresciamo con un’immagine completamente distorta di "droghe". In questo mondo i funghi psichedelici sono droghe, mentre la sostanza più pericolosa al mondo, l’alcol, secondo il dottor Nutt, non è mai trattata come una droga nella percezione pubblica. Tutte le sostanze psicoattive che non possono essere acquistate come droghe legali o in farmacia sono senza eccezione considerate cattive e controproducenti. E' solo lentamente che questo insensato contrasto tra farmaci buoni e cattivi si sta indebolendo. La cannabis viene riscoperta principalmente come olio di canapa contro il cancro, e la ricerca medica è di nuovo avventurarsi in funghi Magic e scoprire il loro potenziale di guarigione. L’Ibogain è probabilmente anche evitato nella medicina delle dipendenze perché rompe il modello di pensiero prudentemente imposto secondo cui un presunto farmaco non può curare alcuna malattia indotta da farmaci. Ma se si considera l’iboga come una medicina, la situazione è molto diversa. Inoltre, l’Ibogain non crea dipendenza. Resta per milioni di tossicodipendenti la speranza che un graduale cambiamento di coscienza avrà luogo qui.

Un terzo pensiero: Di norma, qui si discutono gli effetti collaterali e la "pericolosità" dell’Iboga. Questo è il motivo principale per cui è stato vietato negli Stati Uniti e i prodotti farmaceutici non sono prevedibili nel prossimo futuro. Al contrario, la dipendenza da eroina non è altro che morte temporanea. Invece di morire improvvisamente, i tossicodipendenti da eroina muoiono un po' di più ogni giorno. Muoiono nel corso degli anni. Se il loro libero arbitrio fosse rispettato e se fossero informati sui benefici e sui rischi della sostanza, quasi tutti probabilmente sarebbero coinvolti nell’Iboga e la comprerebbero e la prenderebbero. Invece, "esperti" lontani dalla realtà dipendenza immaginarsi nelle loro torri d’avorio per essere in grado di prendere questa decisione per loro conto. In realtà, secondo i dati attuali, stanno privando milioni di persone gravemente dipendenti di una droga innegabilmente efficace.

Se questo testo viene letto da un medico, un terapista delle dipendenze o un professionista simile: Osare affrontare la questione ed essere pionieri in questo campo! Dategli una possibilità e lasciate che i risultati parlino invece di pregiudizi socializzati.

Prelievo di oppioidi con terapia a base di iboga (eroina, metadone, ossicodone, ecc.)

La terapia iboga non comprende solo una lotta generale contro le dipendenze profonde, ma è anche specificamente concepita per alleviare il ritiro di oppioidi da eroina, metadone, morfina, oppio e così via.

Anche le gravi dipendenze da eroina sono ridotte ad un livello molto lieve da ibogaina durante il ritiro. Questo si spiega farmacologicamente con il fatto che questa sostanza viene metabolizzata in noribogaina nel corpo. La Noribogaina aumenta i livelli di serotonina e dopamina per il benessere mentale e la mancanza di desiderio di eroina. La ricerca non è ancora stata in grado di scoprire perché i sintomi dell’astinenza fisica sono alleviati. Se avete informazioni al riguardo, vi preghiamo di comunicarcelo come commento.

acquista ibogaTale applicazione non dovrebbe mai essere fatta da sola, naturalmente, ma sempre sotto controllo! Ci sono anche cliniche di astinenza speciali che si specializzano nel ritiro di eroina con l’Ibogaina. Il Messico e il Canada sono stati pionieri in questo campo, ma esiste anche questa possibilità nei Paesi Bassi o a Belgrado. Il prezzo è di circa 1500 Euro. Per confronto: qui nel negozio si paga circa 300 euro e può farlo sotto la supervisione di casa da solo.

Come già accennato in precedenza, il tasso di ricaduta dovrebbe essere solo del 20% circa. Un operaio di strada scrive anche sulla sua pagina sull’Ibogaina durante il ritiro dell’eroina:

"Dopo 36 ore da 2 grammi di eroina al giorno, a zero, senza sintomi di astinenza. Sì, c’è, ed è nascosto. Conosco circa 15 persone che si sono disintossicate dall’Iboga. (Come farmaco Ibogain HCI da Omnichem) […] Non ho ancora avuto una ricaduta in pazienti disintossicati con Ibogain.

Importante: l’ibogaina riduce la tolleranza agli oppiacei e aumenta l’effetto. Per evitare un sovradosaggio mortale, attendere almeno 7 giorni dopo l’ultima dose di iboga prima di recidere. In un rapporto di esperienza collegato sotto qualcuno non lo sapeva e dopo aver fumato un foglio di eroina è stato appena portato indietro dai morti da un medico di emergenza. A proposito, questa persona ha avuto la sua rinascita dopo e ha avuto visioni qualche tempo dopo la terapia con l’iboga. Oggi si descrive come coinvolgente e guarito nonostante la ricaduta poco dopo il viaggio Ibogain.

Un altro consiglio per i tossicodipendenti oppiacei: se si desidera assumere una dose più bassa, si consiglia di passare al kratom legale oppiacei a base di erbe. Nell’articolo "BUY CRATOME" troverete tutto quello che dovete sapere. Diversi eroinomani si sono così spostati dall’eroina diabolica verso una pianta naturale.

Attenzione: Ibogaina e Metadone / Polamidone

Secondo le cliniche di tossicodipendenza di lingua inglese, chiunque venga sostituito con metadone o polamidone non avrebbe più dovuto assumere questi farmaci almeno 10 giorni prima del consumo dell’Iboga. Il contesto farmacologico in breve: Metadone e polamidone sono "oppioidi attivi a lungo termine", il che significa che hanno un effetto incredibilmente lungo nel corpo e un’emivita corrispondentemente elevata. Per evitare sintomi di astinenza dolorosi pochi giorni dopo l’esperienza dell’Iboga, è necessario interromperli prima. Le cliniche di astinenza raccomandano l’uso di "oppiacei attivi corti" come l’ossicodone per superare questi 10 giorni (fino a 30 giorni in alcuni casi). Erowid, tuttavia, ha un rapporto di esperienza da qualcuno che ha preso metadone (20 a 60 mg) per 20 anni. Ha iniziato l’esperienza Iboga da zero a cento senza sostituirla. Solo dopo una settimana ha notato i primi lievi sintomi di astinenza, che ha indicato con il 5% di forza. Dopo 3 settimane erano il 15% del solito 100% previsto! Qui il report: erowid.org/experiences /exp.php?ID=41752

Cliniche di riabilitazione che offrono terapie con l’Ibogaina:

Esperienze di Iboga e resoconti di viaggio

Esperienze di Iboga e resoconti di viaggio sono abbondanti anche nei paesi di lingua tedesca. Di seguito ne pubblichiamo alcuni in estratti con riferimento alla fonte. Le omissioni sono contrassegnate da parentesi quadre. Inoltre, elenchiamo i link ad altri rapporti di esperienza.

Ibogain campo di relazione di un ex-dipendente eroina:

"Blocca tutti i sintomi di astinenza. È l’unica roba che conosco che fa farmaci senza dolore. Ho volato all’estero per il mio trattamento e due giorni dopo sono tornato a New York; sono guarito! Non ho più bisogno di eroina o cocaina. Mi disgusta anche".

Rapporto sul campo di un ex tossicodipendente di 26 anni, eroina e cocaina:

"Era come se tutte le impurità fossero state rimosse dal mio corpo. È stata un’esperienza molto purificante. In seguito mi sono sentito come nuovo, puro e fresco". […] "Su Ibogaine," disse, "Potrei fare un passo indietro per vedere me stesso come sono veramente". Riesco a respirare di nuovo e sto rimettendo in peso. Non sento più il bisogno di prendere droghe, anche se l’opportunità si è presentata spesso. Ibogaine ti dà l’opportunità di fare una scelta. È una droga miracolosa".

"Rapporto di viaggio" di un politossicomane per superare la sua dipendenza:

"Fisicamente durante il viaggio ho avuto la sensazione di benessere più calda, più forte di quella che il miglior oppioide del mondo mi avrebbe mai potuto dare.

[…]

Le mie aspettative sono state ampiamente superate:

Il desiderio della droga di cui sopra è praticamente inesistente. Ora sono di nuovo in grado di rilassarmi completamente sobrio, il mio corpo si sente così insolitamente "morbido" ^^. Prima ero costantemente sotto stress a causa di una mancanza di autostima e fiducia in me stesso, unita a paure sociali che spesso mi impedivano persino di uscire di casa.

[…]

Ma non è l’unica cosa che è cambiata. Prima del viaggio consumavo zucchero in eccesso e cibo zuccherato, mi sedevo sempre davanti alla TV e guardavo una serie dopo l’altra, navigando costantemente in alcuni forum sulla droga. Non ho più alcun desiderio in merito;

[…]

Posso solo raccomandare calorosamente l’Iboga a chiunque stia seriamente pensando di rompersi; offre un’incredibile opportunità di disegnare questo iboga spesso, grasso e continuo".

Ulteriori relazioni ed esperienze sono disponibili, ad esempio, al seguente indirizzo:

IMPORTANTE: Se hai sperimentato Ibogain da solo, scrivili qui sotto come commento e saranno inclusi nell’articolo!

Produzione e sintesi dell’HCL Iboga

Seguendo il lavoro di uno studente sul percorso di sintesi e la produzione di ibogaina come HCL puro (cloridrato). Ma questo è piuttosto teorico, dal momento che nessun laico ha tali dispositivi e la conoscenza per esso pronto. A differenza dell’HCL, l’estratto di TA contiene tutti i principi attivi importanti per un effetto ottimale.

Il rapporto è originariamente disponibile solo come file immagine scansionata. Egli è stato trascritto per voi. Le immagini delle formule strutturali e dei disegni chimici si trovano sui seguenti grafici allegati prima delle istruzioni di sintesi:

Sintesi e produzione:

1.) preambolo

Ibogain (12-metossiibogamina) è un alcaloide con una struttura di base indoleoazepina, che si trova nella pianta Tabernathe Iboga. È strutturalmente legato alla serotonina (5-HT; 5-idrossitriptamina) e 5-metossi-dimetiltryptamine (5-MeO-DMT, simile a DMT), un alcaloide trovato per esempio in Psychotria viridis.

5-MeO-DMT è usato nei nativi amazzonici per il suo effetto psicotomimetico dagli sciamani che credono di poter comunicare con gli spiriti attraverso l’uso di Psychotria viridis. Poiché viene scomposto dagli enzimi della monoaminooxidasi (MAO) prima che possa avere effetto, essi assumono anche un preparato di Banisteriopsis Caapi, una liana contenente il MAO inibitore harmin[1].

Come suggerisce la relazione strutturale con il 5-MeO-DMT, l’Ibogaina causa anche effetti psicotomimetici, come allucinazioni (principalmente ottiche), disturbi mentali, disturbi dell’Io e simili. Ciò che rende speciale l’Ibogaina, tuttavia, è il fatto che sembra essere in grado di influenzare positivamente la dipendenza da oppioidi di un paziente, in quanto può ridurre o addirittura eliminare completamente i sintomi di astinenza causati da oppioidi secondo vari rapporti di esperienza[2].

Questa proprietà rende l’Ibogain una potenziale droga del futuro. Tuttavia, poiché gli effetti collaterali psicotomimetici non possono essere attesi da un paziente da un punto di vista etico, è anche un possibile materiale di partenza per lo sviluppo di farmaci contro la dipendenza da oppiacei che fanno a meno di questi effetti collaterali.

In questo articolo viene presentato un modo per produrre l’ibogaina in particolare e le indoloazepine in generale completamente sintetiche.

2.) sintesi

Nel 1967 Stephen I. Sallay presentò nel Journal of the American Chemical Society[3] un metodo di sintesi totale dell’ibogamina, per mezzo del quale il derivato dodecotossico dell’ibogaina può essere ottenuto in forma enantiomericamente pura.

La sintesi si basa sul cis-endion I. È ketalizzato a C1 per dare II mantenendo la configurazione cis. Questo viene utilizzato per produrre cis-anti-ossima III, che viene convertito tramite un riordinamento Beckmann con cloruro di tostile in piridina calda in cis-lattame-Ketal IV.

Il doppio legame con il composto IV viene poi epossidato a V con acido perossibenzoico e ridotto selettivamente a idrossi-lattame assiale VI con idruro di litio e alluminio.

L’ossidazione con il reagente saretto (CrO3 in piridina) produce il C7-ketone VII, con il quale il gruppo del lattame protegge l’atomo di azoto dall’ossidazione. L’ossigeno chetogeno risultante viene quindi sostituito dal residuo di metilene visibile nella zona VIII mediante una reazione di Wittig.

L’idroborazione produce il derivato idrossimetilico equatoriale IX, che a sua volta viene ridotto ad aminoacidi X mediante l’idruro di litio e alluminio nella funzione del lattame. L’N-carbobenzoxilato di alcool XI è tostilato a XII ed i suoi gruppi ketal e carbenzoxilici sono rimossi con HBr e AcOH per ottenere l’idrobromuro di XIII. Questo composto ciclizza spontaneamente con l’eliminazione di HBr o HOT al sistema ciclico XIV.

Attraverso la sintesi dell’indolo di Fischer, il XIV viene convertito in ibogamina XVI tramite un intermedio di immina XV. Selezionando il reagente appropriato per produrre l’Imin XV, è possibile ottenere l’Ibogaina mostrata all’inizio.

3.) analisi

Negli Astratti Chimici abbiamo trovato un abstract[4] sull’analisi dell’Ibogain, ma la pubblicazione corrispondente purtroppo non era disponibile. Tuttavia, alcune informazioni potrebbero essere tratte dall’abstract.

L’ibogaina viene rilevata qualitativamente dalla DC e rilevata con i seguenti reagenti:

A: 15g FeCl3 * 6H20 in 100mL 2% HCl

B: 15g Kl in 100mL H20

I vari alcaloidi a cui si riferisce l’articolo, ma che non è stato possibile estrarre dall’estratto, danno un colore violetto, rosso, verde o marrone dopo la spruzzatura con il reagente A, che risulta dall’ossidazione o dalla chelazione.

Dopo un’ulteriore spruzzatura con il reagente B, si sviluppa un colore bruno-rossastro che può essere intensificato bagnando con acqua.

I punti 4 "Meccanismi di reazione importanti" e 5 "Letteratura" sono riportati nelle immagini.

Nota: Alcune osservazioni rivelano le associazioni unilaterali negative dei razionalisti con i farmaci allucinogeni. L’autore vorrebbe produrre una sostanza che allevia solo il ritiro senza gli "effetti collaterali psicotomimetici". Eppure sono proprio coloro che (possono) superare la tossicodipendenza a lungo termine. Ciò dimostra che la socializzazione sbagliata in materia di droga è arrivata anche alle persone intelligenti.

Acquista Iboga + rapporti su dosaggio, effetti ed esperienza – link esterni ed interni

Ora che abbiamo spiegato in dettaglio quali sono gli effetti, il dosaggio, il trattamento di astinenza, la terapia di tossicodipendenza, i rapporti di esperienza ecc. di Iboga e, naturalmente, dove è possibile acquistare e ordinare legalmente Ibogain, gli articoli interni su altri farmaci sono collegati per primi. Poi altre fonti per l’argomento reale.

Link interni:

Link esterni e altre fonti sull’Iboga:

 



Artikelbewertung: 1 Stern2 Sterne3 Sterne4 Sterne5 Sterne (Noch keine Bewertung)

Loading...

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.